mercoledì 29 gennaio 2014

DNG di un soffio con Arona.

Pool 2000 Loano - Arona Basket 72-70 (16-14, 32-30, 53-45)
Loano: Villa 2, Pichi 13, Cavallaro ne, Cerutti 1, Giulini 5, Vallefuoco 2, Markus 2, Zavaglio 8, Prato 17, Cacace 14, Nicoletti 8, Zobek ne. All.Prati  Ass.Dagliano-Guarnieri
Arona: Hidalgo 16, Pietroboni 7, De Gasperi, Milione 17, Carone 15, Werlich 4, Amodio 8, Ielmini 3, Cesani, Lagger ne. All.Bruno  Ass.Romerio

Il Pool riesce a portare a casa a fatica la gara casalinga con Arona scesa al PalaGarassini con le pesanti assenze di Lagger e Pedrazzani ma con il mirino regolato perfettamente per produrre 13 triple e sfiorare la vittoria. La partita conferma le difficoltà di accoppiamento difensivo dei loanesi che sono costretti a schierarsi a zona dall'inizio per contenere i piccoli piemontesi che si affidano al tiro da tre. Mentre i padroni di casa mantengono costante la loro produzione offensiva è l'efficacia dal perimetro di Arona che condiziona l'andamento del punteggio con il Pool che allunga quando gli ospiti non segnano e che li vede rientrare nel punteggio quando vanno a bersaglio. Alla fine della partita sarà 13/31 da tre per i piemontesi più un 3/3 ai liberi su un fallo che producono 42 punti con 32 tiri supportati da un 9/16 da due nella partita a testimoniare la prova balistica di Arona. Il Pool ha la bravura di non farsi scoraggiare dalla difficoltà di staccare gli avversari che finiscono entrambi i primi due quarti con una tripla sulla sirena andando al riposo con due punti da recuperare. Al rientro i loanesi sembrano poter prendere il controllo della partita attaccando maggiormente il canestro e salgono sino al +13 (51-38) dopo che sul 34-35 Arona aveva preso l'unico vantaggio dell'incontro ma i piemontesi non mollano e ritornano sino al -8 dell'ultima pausa con la partita apertissima. La partita sembra un incubo per il Pool con più volte che la palla beffardamente esce da dentro al canestro e puntualmente ne consegue un disastro. Una volta un'antisportivo, una volta una tripla che in pratica vale 5 punti, ci sarebbe da perdere la testa ma i loanesi sono bravi a rimanere sulla partita. A 1'20" dal termine la ciliegina è un appoggio di Nicoletti del +7 che gira sul ferro per uscire e quinto fallo di Cacace nell'altra metà campo con un 2/2 di Hidalgo che porta al -3 Arona. Prato riporta a +6 il Pool con un gioca da 3 punti ma due liberi di Amodio e l'ennesima tripla di Carone (5/12 per lui alla fine) su una persa di Giulini riporta a -1 Arona. Nicoletti viene mandato in lunetta e con il tradizionale 1/2 prepara il finale già scritto della tripla del sorpasso a fil di sirena (magari di tabellone) come di solito succede in questa partite. Invece sull'ultimo possesso a 10" dal termine il Pool fa buona guardia sui tiratori e il jumper del pareggio balla sul ferro permettendo ai loanesi di portare a casa due preziosissimi punti. Grande partita di Arona in tutti i suoi elementi mentre in casa Pool prove di tutta sostanza per i tre in doppia cifra Prato, Pichi e un Cacace che ormai sembra diventato un sacco da botte, una solida prestazione di Nicoletti, minuti importanti da Markus e Zavaglio, non pervenuti gli altri. Lunedì trasferta chiave a Moncalieri.

lunedì 27 gennaio 2014

Programma settimana dal 27/1 al 2/2


La DNC bissa con Follo.



Pool 2000 Loano – Basket Follo 77-72 (15-10, 32-23, 55-42)
Loano: Villa 2, Pichi 11, Cerutti 9, Prato 28, Cacace 24, Giulini, Vallefuoco ne, Zavaglio, Nicoletti 1, Guida 2. All. Prati Ass. Dagliano-Guarnieri
Follo: Valenti 6, Marchetti 28, Ferrari 12, Bambini 2, Casettari 15, Leonardi, Rege Cambrin, De Bernardi ne, Vercellotti 9, D’Imporzano ne. All.  Gioan Ass. Gritti

Il Pool sfrutta la seconda gara casalinga consecutiva per una secondo successo che gli permette di riagganciare Spezia al penultimo posto della classifica. Pronti via e il Follo non si accorge della pellicola trasparente posta nel canestro della squadra di casa e dopo 7 minuti il Pool, trascinato da 8 punti di Prato, conduce 13-2 con gli ospiti che hanno prodotto un terrificante 1/15 al tiro grazie a numerosi secondi possessi concessi dai padroni di casa. I bianconeri non capitalizzano e un parziale di 8-2 firmato Marchetti-Vercellotti ricuce lo strappo per il 15-10 di fine quarto. Con Villa già seduto per falli, la zona del Pool spezza il recupero ospite e nell'altra metà campo la vena realizzativa del  trio Prato-Cacace-Pichi permette di incrementare il vantaggio sino al +9 delle pausa lunga. Nel terzo quarto i loanesi fanno vedere le cose migliori con Guida che sostituisce un Villa nuovamente pescato in due rapidi falli  e allunga sino al +19 (50-31 al 28°) sfruttando anche le difficoltà offensive degli ospiti. Chiaramente Guida non vuole sfigurare di fronte al compagno di reparto e con 4 rapidi falli lo raggiunge in panchina. Contro il quintetto piccolo, grazie ai liberi di Ferrari e all'energia di Marchetti, il Follo piazza un 9-0 che li riporta a -10 ma una tripla di Cacace ferma il parziale e Cerutti replica a Casettari per il +13 Pool all'ultima pausa. É un 4-0 di un super Prato (28 per lui con 11/13 dal campo alla fine) che riporta i loanesi sul + 17 con il Follo che ormai le sta provando tutte con quintetti piccoli e cambi di difesa ma sono due minuti in panchina a rifiatare di Prato che permettono l'8-0 di parziale con due triple di Casettari e Marchetti finalmente a bersaglio interrompendo la serie di errori dall'arco degli ospiti. Il Follo vede la possibilità di rientrare definitivamente con il Pool che si disunisce in attacco iniziando a giocare individualmente e segnando solo con iniziative personali il vantaggio si dilegua sino alla tripla di Valenti del -2 (64-66 con 3'45" da giocare). I loanesi sono sull'orlo del ko ma un triplo possesso offensivo viene concretizzato da una tipla di Cerutti, Ferrari sbaglia dall'altra parte e Cerutti va al ferro per il nuovo + 7. Sulla persa di Vercellotti pronto time out ospite e al rientro un jumper di Cacace porta il Pool al +9 che sembra chiudere la partita con 1'45" da giocare ma i loanesi sanno come dilapidare il vantaggio e in meno di un minuto perde tre palloni sulla pressione degli spezzini e due triple di Marchetti e due liberi di Ferrari portano al -1 con Vercellotti che sbaglia l'appoggio del sorpasso in contropiede. Sul possesso successivo Prato corona la sua partita con un arresto e tiro del +3 e sugli errori ospiti i falli mandano in lunetta i padroni di casa che con due sindacali 1/2 fissano il risultato finale. MVP condiviso da capitan Prato, Cacace che pasticcia nel primo tempo ma poi finisce con 24+15 e Pichi (11+11 in 40 solidi minuti). Sabato si va a Oleggio a far visita alla capolista. 

Netta vittoria per l'Under 17 nell'esordio della seconda fase



Basket pool 2000  78 - Pro Recco Basket 49  (21-11, 26-9, 17-14, 14-15)
Basket Pool 2000 :  Iannace 5, Airaghi 3, Vallefuoco 6, Zobec 12, Cerisola 9, Ghiso 4, Chiapella 4, Madaschi 6, Guaccio 14, Collina 5, Valsetti 10. All : Dagliano R
Pro Recco : Carpeneto 15, Biundo 24, Rostagny, Queirolo 3 , Ermirio 3, Promi 2, Shmili 2. All : Bertini M . Ass : Pieranti

Facile successo del Pool targato under 17 che supera il primo scoglio della seconda fase del campionato di riferimento.
Recco si presenta al Geodetico a ranghi ridotti  ( solo 7 elementi) e si oppone alla  maggior  forza dei ragazzi loanesi solamente nel primo quarto.
Inizia la gara e Recco propone una  zona 3-2 che i bianconeri, usando un eufemismo, faticano ad attaccare. Ci vuole un time out per cercare di far capire ai nostri eroi che forse basterebbe  non fare schierare la difesa per ottenere vantaggi immediati. E' infatti Madaschi che segna 6 punti consecutivi in contropiede a dare il là  alla fuga del Pool che chiude il primo quarto in vantaggio di 10 punti con una tripla a testa di Guaccio e Cerisola .
Nel secondo quarto l'andamento della gara non cambia e Recco si arrocca ancor più in difesa ed in attacco si affida alle iniziative individuali di Carpeneto e Biunto ( 39 su 49 totali per la coppia di guardie levantine). Sul fronte bianconero da segnalare la sapiente regia di Vallefuoco ( che piano piano sta ritornando in un stato decente di forma) e la confortante prova balistica di Guaccio, che con 5 su 6 dal campo spacca in due la partita regalando a Pool il solido vantaggio dell'intervallo lungo ( 47 a 20 per i bianconeri)
Il terzo e quarto periodo sono di pura accademia e permettono a Loano di attingere profondamente alle rotazioni e di risparmiare gli acciaccati ( Guaccio in primis). Notizie confortanti arrivano  da Iannace e Valsetti, mentre si attendono   i miglioramenti di  Zobec che permetterebbe alla compagine loanese di fare un bel salto di qualità.
Buono anche il contributo difensivo di  Collina , Ghiso e Chiapella  che se non avessero un conto aperto con il fabbro che aggiusta i ferri del geodetico di Vado, potrebbero aumentare e di molto il loro fatturato offensivo .
Ora Giovedì insidiosa trasferta a Santa Margherita contro Tigullio e poi scontro al vertice con Canaletto al Geodetico di Vado ligure alle  18.00 di domenica 2 Febbraio 2014 .

mercoledì 22 gennaio 2014

DNG corsara nell'ultimo quarto a Desio.

Aurora Desio - Pool 2000 Loano 69-71 (17-14, 30-27, 54-46)
Aurora Desio: Lanzani 15, Verucchi, Tornari 12, Verlato, Longoni 12, Villa 13, Caffarra 7, Casciano, Saini, Bonvino 5, Martin, Esposito 3. All. Villa
Pool 2000 Loano: Villa 9, Pichi 3, Cavallaro, Cerutti 9, Giulini 15, Guaccio, Markus, Zavaglio 2, Prato 22, Cacace 7, Nicoletti 4, Zobec. All. Prati Ass. Dagliano-Guarnieri

I ragazzi di Loano prendono alla lettera l'affermazione che non ci si formalizza di come arrivano i referti rosa e trovano sempre nuove formule per deliziare i propri sostenitori. A Desio sonnecchiano per 3 quarti e poi, visto che i padroni di casa per doveri di ospitalità non infieriscono, riescono a portare la casa la partita con un monumentale ultimo quarto di Prato. Pronti via e Loano sembra si muova nella melassa con le energie al minimo e Desio lentamente allunga con gli ospiti che limitano i danni miracolosamente con l'ultima azione del quarto emblematica: Tornari sbaglia un facile appoggio in contropiede per il 19-11 e dall'altra parte tripla di un nuovamente positivo Giulini che mantiene il Pool in linea di galleggiamento. Secondo quarto sulla falsariga del primo con lo staff loanese che prova a mischiare i quintetti per trovare un pò di energia e Desio che mantiene il controllo del punteggio cercando la fuga sul 29-21 ma poi segna 1 punto negli ultimi 4 minuti. Loano ringrazia e con un minimo sindacale di 6 punti firmati da Pichi e Cerutti rientra a ruota. Nell'intervallo arrivano le analisi chimiche che fugano ogni dubbio sulla presenza di Valium nell'acqua ma si riparte nel terzo quarto senza che la partita cambi con Desio a fare l'andatura, Loano ad arrancare all'inseguimento e lo scarto a jo-jo. A metà periodo Desio raggiunge la doppia cifra di vantaggio (46-36) ma Loano rientra con un'altra tripla di Giulini, un libero di Villa e due punti di Zavaglio. A 50" dalla fine del quarto due liberi di Prato portano Loano a -3 ma nel finale un tap-in di Caffarra e una tripla allo scadere di Esposito li ricaccia a -8. Nell'ultimo quarto Prato continua a suonare la carica e finalmente qualcuno inizia a destarsi. Cinque punti di Villa con due tiri liberi ed una tripla, poi due liberi di Cerutti confezionano il 7-0 che porta alla lunga volata. Longoni continua ad abusare in penetrazione di uno spento Cacace riallungando per Desio (56-53) ma a 7 minuti dal termine Prato decide che è ora di mettersi in proprio con un arresto e tiro che vale nuovamente il -1. Con 6'35" da giocare c'è  il primo canestro dal campo di Cacace il Pool ha il primo vantaggio dell'incontro. Con la difesa che cerca di togliere i tiri aperti a di Desio, Lanzani si guadagna due punti in penetrazione a cui risponde Prato con una prima tripla per il +2. Ancora Longoni e una tripla di Villa riportano avanti Desio (63-60) ma due triple ancora di Prato ribaltano nuovamente il punteggio. Tornari non ci sta e ripristina la parità con 2'45 da giocare. E' il secondo canestro di Cacace che riporta Loano al +2 e la difesa del Pool fa il resto tenendo a zero Desio negli ultimi possessi con tre rimbalzi di Pichi e Cacace che portano ai tiri liberi di Nicoletti e dello stesso Pichi che con un doppio 1/2 danno il massimo vantaggio (70-66) con 7" da giocare. La tripla da 8 metri di Lanzani tiene in vita Desio ma la rimessa va nelle mani di Cacace che con 2" sul cronometro segna il primo e sbaglia volutamente il secondo dando a Bonvino solo il tentativo fallito da 20 metri. Colpevole Desio per non aver chiuso l'incontro quanto poteva e ennesima dimostrazione di carattere per i loanesi che portano a casa la partita dove Milano e Biella sono cadute pur disputando una partita sotto tono. Martedì si torna a difendere il fattore campo ospitando Arona alle 19 al PalaGarassini.

Tocca darlo a Prato l'MVP della partita :-)


martedì 21 gennaio 2014

L'under 17 chiude con una vittoria la prima fase.



Basket Pool 2000  Cogoleto 64  -53 ( 17-13;14-11;15-16;18-13)

Basket Pool 2000 : Iannace 4, Airaghi 9, Vallefuoco 8, Zobec 15, Cerisola 8, Ghiso 6, Chiapella, Madaschi, Crea, Guaccio 12, Collina, Valsetti 2. All : Dagliano R Ass : Amadori G

Cffs Cogoleto : Bernardis 6, Muscella 13, Pelegi 1, De candido 2. Giacinti 20, Canepa 3, Delfino 8 All : Robello

Consolida il non brillante periodo l'under 17 loanese che fatica più del previsto a battere i coriacei ragazzi di Cogoleto che mettono in campo tutto il loro potenziale mentre Loano si esprime a singhiozzo alternando buone giocate ad errori veramente colossali
Pronti via e  Cogoleto seppur con il personale ridotto fa subito capire che la gara per i bianconeri non sarà affatto semplice.
Loano esprime un gioco confusionario in attacco ( record mondiale di palle perse di Guaccio) ed in difesa si lascia andare ad amnsie allucinanti
Si va al primo riposo con Loano avanti di 4 e con Cogoleto che ovviamente raccoglie i numerosi presenti della difesa loanese e non fatica troppo a stare a contatto.
Secondo mini tempino e la solfa cambia di poco nonostante le rotazioni che quanto meno in difesa producono un minimo , permettendo ai bianconeri di andare al riposo lungo avanti di 7  con alcune iniziative di Vallefuoco  in attacco e l'energia in difesa di Collina
Dopo il " meritato" riposo la compagine di coach Dagliano sembra non volersi destare da una sorta di letargo generale che produce air ball e contropiedi cacciati letteralmente alle ortiche . Si ci aggrappa alla potente fase difensiva che ,seppur con rinnovata energia, risulta ancora distante da quella desiderata. In attacco Airaghi e Cerisola  cercano di mantenere in linea di galleggiamento la barca bianconera.
Si va all'ultimo riposo con Pool avanti 6 ( 46 a 40) . Finalmente anche Zobec partecipa alla gara e con 7 punti praticamente filati regala  a loano un margine di sicurezza che gli consente di chiudere il girone di ponente con una sola sconfitta .
Ora al via la fase decisiva del campionato che definirà la griglia play offs. Al geodetico di Vado Ligure alle ore 20.00 di mercoledi 22/01 primo impegno con  Recco formazione calssificatasi seconda nel girone levantino


La DNC rivede il rosa con Spezia.

Pool 2000 Loano - Spezia Basket Club 67-60 (21-12, 44-32, 56-41)
Pool 2000 Loano: Villa 6, Pichi 11, Cerutti, Prato 10, Cacace 19, Giulini 18, Zobec ne, Zavaglio, Nicoletti 3, Guida. All. Prati  Ass. Dagliano - Guarnieri
La Spezia: Giachi 14, Pipolo 22, Steffanini 2, Stefanini 7, Fazio 8, Massari ne, Mencarelli 6, Dal Padulo 1, Colombo, Caluri. All. Mori

Il Pool muove la classifica vincendo lo scontro di bassa classifica con Spezia in una partita a lungo condotta largamente ma rimessa in discussione nel finale. Partono bene i loanesi che dopo i primi minuti in equilibrio allungano grazie alla precisione nel tiro dall'arco e sono 4 triple nella seconda metà del quarto che scavano il primo solco tra le due squadre. Nel secondo quarto il Pool prova ad allungare con 12 punti di uno scatenato Giulini (19 alla fine per lui) ma dall'altra parte Pipolo tiene a galla gli spezzini e all'intervallo il Pool è a +12 malgrado i 44 punti segnati con già 7 triple. Al rientro la partita prende la piega della guerra di trincea con i loanesi pescati ripetutamente in falli di reazione e l'attacco perde totalmente di fluidità arrancando. malgrado ciò l'attenzione difensiva e le difficoltà a vedere il canestro degli spezzina a difesa schierata permette di allungare ancora sino al +15 dell'ultimo intervallo. Nell'ultimo quarto il Pool sembra poter controllare l'incontro ma cala di attenzione e con un paio di rubate e relativi canestri in contropiede gli ospiti tornano a -5 ma la terza tripla di Pichi li ricaccia indietro e il Pool riesce aportare a casa il secondo successo stagionale. Sabato secondo derby ligure con Follo in visita al PalaGarassini alle 18.

Nella foto Giulini MVP dell'incontro.


mercoledì 15 gennaio 2014

La DNG vince bene con Biella.

Pool 2000 Loano - Pall. Biella 75-48 (15-11, 42-26, 57-33)
Loano: Villa 9, Pichi 19, Cerutti 6, Prato 9, Cacace 12, Cavallaro ne, Giulini 4, Vallefuoco ne, Markus ne, Zavaglio 5, Nicoletti 11, Zobec ne. All. Prati Ass. Dagliano-Guarnieri
Biella: Dotti, Pollone 5, Giacomelli 9, Singjeli 11, Chiavassa 8, Visconti, Maffeo, Manavella 8, Novello 2, Stassi ne, Gonzato 3, Calabese 2. All. F. Danna

Il Pool si aggiudica nettamente lo scontro al vertice della prima giornata di ritorno con Biella ribaltando anche la differenza canestri e mantiene il primato in classifica insieme a Milano e Cantù. I piemontesi si presentano al PalaGarassini senza la loro stella Slanina mentre il gran lavoro del duo Pulino-Guarnieri permette il recupero a tempo record di Cacace senza allenamento da 15 gg per una contrattura. La partita si apre in equilibrio con i loanesi che devono pareggiare la grande intensità difensiva biellese che spesso è l'arma vincente dei piemontesi, Sinjeli apre con due canestri da fuori ma Biella fatica a difesa schierata segnando spesso su distrazioni difensive o palle malamente perse dai liguri. Nell'altra metà campo sono due canestri di Pichi e 9 punti di Cacace nel quarto che permettono di chiudere con un miniparziale di 4-0 il quarto sul 15-11. Due triple e un canestro da sotto in due minuti di Pichi permettono ai loanesi di allungare sino al 25-18 prima di raggiungere la doppia cifra di vantaggio con una preziosa tripla di Giulini dall'angolo. Una tripla di Giacomelli riporta Biella al -7 ma è l'ultimo punto nel quarto per Biella e il corale 9-0 di fine quarto permette ai bianconeri di andare al riposo sul +16. Il terzo quarto fu fatale all'andata e Biella prova a ripetersi aumentando ancora l'intensità difensiva ma il Pool, dopo uno sbandamento iniziale contenuto dall'attenzione difensiva, torna a macinare tenendo a 7 nel quarto i piemontesi e allungando sino al +24 di fine periodo grazie a 8 punti del solito solido Nicoletti e la terza tripla di giornata per Pichi (19+13 per lui alla fine). Nell'ultimo quarto il Pool rischia di compromettere il saldo della differenza canestri e di rimettere la partita in discussione con un calo di intensità che riporta Biella dal 59-33 al 59-45 ma il rientro di Cacace in panchina per falli da nuovamente equilibrio alla difesa e Loano chiude con un parziale di 16-3 frutto della precisione dalla lunetta frequentemente raggiunta per l'ultimo sforzo di Biella per rientrare.
Martedì prossimo importantissima e difficilissima trasferta a Desio.

Nella foto Pichi MVP della partita.


lunedì 13 gennaio 2014

Under 17 a fatica con Pegli.



Basket Pegli 69 - Basket Pool 2000 76
Parziali ( 23-23; 19-19; 15-10; 12-24)

Basket Pegli : Avasiniso, Della Rovere, Deidda, Camicciotti 4, Moggio 2, Mozzone 14, Varaldo 5, Poli, Bricchetto 32, Frezza, Mazzorana 12
All : Re
Basket Pool 2000 : Iannace 4, Airaghi 6, Zobeck 15, Cerisola 5, Ghiso 7, Chiapella, Arno, Madaschi 5, Crea, Collina, Guaccio 21, Valsetti 13.
All : Dagliano R . Ass : Amadori G

Vittoria al fotofinish per il Pool 2000 under 17 che soffre terribilmente gli arancioni di Pegli che francamente avrebbero meritato di vincere una gara che hanno lungamente condotto.
Pronti via e Pool segna due facili canestri in contropiede con Madaschi che lasciano preludere una gara tutta in discesa.
Invece come ultimamente spesso capita i bianconeri loanesi lasciano le redini dell'incontro a Pegli e con una difesa a dir poco permissiva e consentono ai ragazzi di Re di macinare gioco e facili canestri .
Inevitabilmente Pegli ci crede e Pool accusa e si va al primo riposo in perfetta parità 23 pari.
Il secondo mini tempino è l'esatta fotocopia del primo con Pegli in gas che vede il canestro come una vasca da bagno e con Pool che ci capisce veramente poco e rimane in contatto grazie ai canestri di Guaccio  ( 21 per l'ala bordigotta) ed al mini contributo di Ghiso e  Cerisola
All'intervallo lungo il tabellone recita un 42 a 42 che la dice lunga sull'intensità difensiva dei bianconeri.
Inizia il terzo quarto e se possibile i ragazzi loanesi fanno anche peggio sprofondando in poco tempo anche a  - 10 con Bricchetto ( 32 per la guardia genovese) che sembra Kevin Durant . La barca bianconera fa acqua da tutte le parti  e viene tenuta a galla da un reddivivo Valsetti in versione playmanker ( era dai tempi del minibasket che la guardia cairese non lo faceva) con 6 punti consecutivi.
Inizia il quarto e decisivo tempino con Pegli avnati di 5 e dopo alcuni minuti in cui il risultato rimane tale con errori al tiro che fanno pensare che i canestri siano stati in qualche modo sigillati , Zobeck si ricorda di essere in canottiera e maglietta e segna la prima ed unica tripla dell'incontro condita da un rarissimo 2 su 2 ai liberi ( anche oggi prestazione monstre della squadra ai liberi ) permette a Loano di impattare .
Gli ultimi conicitati possessi vedono Pegli sprecare malamente ed un "chirurgico"  Guaccio firma 3 canestri consecutivi che permettono a Loano di vincere la gara.
Difficile capire cosa passa nella testa dei ragazzi loanesi, ma con questo atteggiamento è comprensibile aspettarsi brutte notizie dietro l'angolo
Ora Giovedì alle ore 19.30 recupero con Cogoleto al geodetico di Vado Ligure alle 19.30  e poi il via alla seconda Fase in cui si ci confronterà con le 4 meglio classificate nel girone di levante.


Programma settimanale dal 13/1 al 19/1


La DNC cede nettamente a Cantù

Team ABC Cantù - Pool 2000 Loano 90-59 (32-19, 47-33, 68-46)
Team ABC Cantù: Pagani 6, Carpani 7, Molteni 8, Fontana, Pifferi 18,Pedalà 9, Scuratti 6, Zugno 16, Siberna 16, Ukaegbu 4. All. Visciglia Ass. Zaccardini
Pool 2000 Loano: Villa 10,  Pichi, Cavallaro 2, Cerutti 10, Giulini, Zobek, Zavaglio 9, Prato 9, Nicoletti 9, Guida 2. All. Prati Ass. Dagliano-Guarnieri