giovedì 29 aprile 2010

Pool primo passo verso il titolo. Battuto l'Athletic Genova 86-64 in gara 1 di finale.

Under 17 - Finale Regionale - Gara 1

Azimut Basket Pool Loano - Athletic Genova 86-64 (26-13; 22-18; 24-15; 14-18)
Basket Pool 2000 Loano:
Ferrari, Prato 14, Bedini n.e., Tassara, Ghiretti 6, Servillo 4, Delfini, Rotolo 17, Cascone 7, Morana 6, Scala 32 All. Costagliola Ass. All. Costa
Athletic Genova:
Zustovich 14, Ghiossone 2, Torrini, Gonella, Villa 4, Arnulfo, Negrini, Manuelli 23, Renzone 11, Bassoli 9, Pittaluga, Silvotti All. Pansolin Ass. All. Ravera
Arbitri: Nuara -Nuara

Il Pool si aggiudica la prima gara della finale regionale under 17 e fa un deciso passo verso l'interzona di Cecina del 21-22-23 Maggio.
I ragazzi di coach Costagliola soffrono all'inizio la veemenza degli ospiti, scesi in terra loanese vogliosi di ben figurare rispetto ai loro "cugini" più grandi. I primi sei punti, con 4 su 4 ai liberi, della gara per i loanesi sono a firma di Andrea Prato, confermatosi anche in questa gara tassello importantissimo nello scacchiere bianconero. La replica dei genovesi è affidata a Daniele Manuelli che trascina i suoi dopo quattro minuti di gioco al 10-11 costringendo la panchina bianconera alla sospensione. Dal time out i loanesi escono rinfrancati, registrano la difesa con una zona e piazzano un parzialone di 16-2, frutto dei rapidi contropiedi di Scala e della precisione al tiro di Rotolo dai quattro metri. Il primo quarto si chiude sul 26-13 per i locali. L'onda lunga bianconera prosegue nel secondo quarto, Ghiretti ed ancora Rotolo si fanno sentire sotto canestro (33-15) ma è Renzone per gli ospiti a ricucire lo strappo bucando la zona con due triple (33-22). Prato imbeccato in angolo da Tassara replica dalla distanza (36-22) poi sono ancora la presenza e la potenza di Scala e Servillo a rimbalzo offensivo ad allargare il gap con gli ospiti. Il primo tempo si chiude sul 48-31.
La musica non cambia ad inizio terzo quarto, Cascone prende iniziative e fa vedere buone cose in attacco mentre per gli "atletici" è Zustovich a trovare canestri per i suoi. Il margine si allarga ancora di più quando Rotolo e Scala colpiscono dalla distanza eludendo la 1-3-1 schierata dallo staff tecnico ospite. Un canestro di Prato sigla il massimo vantaggio della gara sul 72-41 prima che in chiusura Manuelli non riduca le distanze sul 72-46 di fine quarto. Nell'ultimo giro di lancette i bianconeri iniziano a spegnersi, il secondo giro di rotazione dalla panchina non offre gli effetti sperati e la qualità del gioco offensivo lascia a desiderare. Ne approfittano i genovesi per ridurre il margine sotto le venti unità. L'entrata del duo Morana-Prato dalla panchina ridà verve ed energia, i loanesi chiudono il quarto e la gara con quattro triple consecutive a firma di Scala (2), Prato e Morana. Il finale recita 86-64 per i ragazzi cari al Presidente Dellacasa che cosi Venerdi al Palacus di Genova, con inizio alle 18.30, avranno la possibilità di alzare la coppa, di aggiudicarsi il secondo titolo giovanile a distanza di poco più di tre settimane da quello Under 19 e staccare il biglietto per la fase interregionale.

mercoledì 28 aprile 2010

Sulle note di Balliamo sul mondo di Luciano Ligabue le migliori azioni della vittoriosa partita del Pool contro il Granarolo in gara 1 dei quarti di finale.

video

martedì 27 aprile 2010

Via alla May Madness. Domani finale per gli Under 17 alle ore 18.00 al palazzetto di Loano.

Gli americani utilizzano il termine March Madness per identificare il periodo di euforia, di entusiasmo contagioso che si vive e percepisce a pelle negli Stati Uniti verso Marzo con la chiusura dei tornei di college universitari. Tale momento trova il suo culmine nelle Final Four di basket Ncaa, un evento mediatico superiore alle finali Nba.
Prendiamo a prestito questo termine e l'applichiamo alla nostra piccola realtà perchè da domani in poi potrebbe essere una vera e propria follia collettiva quella che accompagnerà i nostri ragazzi verso gli impegni sportivi in programma.
Si inizia Mercoledi 28 Aprile con l'attesa finale regionale degli Under 17. I loanesi ospiteranno i "cugini" della consociata Athletic Genova del Presidente Prati e se la vedranno con gli amici Manuelli e Renzone, partecipi assieme ai nostri dell'importante successo al torneo di Bologna nemmeno un mese fa.
Alle ore 18.00 con palla a due al palazzetto di via Matteotti i ragazzi del duo Costagliola-Costa vorranno rispettare i favori del pronostico, confermarsi campioni regionali di categoria per il secondo anno consecutivo e staccare il biglietto di partecipazione per l'interzona di Cecina del 21-22-23 Maggio dove alla già certa presenza della Fortitudo Bologna, terza in Emilia, si uniranno la vincente della Campania e quella del Friuli. I bianconeri dovranno prestare molta attenzione però, oltre alle individualità sopracitate, al carattere dei ragazzi di coach Pansolin, un gruppo molto coeso che lo scorso anno sfiorò l'accesso alle finali nazionali Under 15.
Per le due squadre non ci sarà momento per riflettere sull'esito dell'andata che due giorni dopo Venerdi 30 alle ore 18.30 bisognerà nuovamente scendere in campo al Palacus di Genova per la gara di ritorno. L'auspicio per i nostri è di alzare in questa occasione la seconda coppa stagionale.
Un week end di libertà?? Nemmeno a pensarlo.
Sabato 1 Maggio alle ore 20.15 tutti al palazzetto per spingere la serie C verso una vittoria che vorrebbe significare semifinale. Per i genovesi sarà la partita della vita o della morte, del dentro o fuori. Ciarlo e compagni non vorranno, però, sprecare l'occasione per chiudere il conto e sicuramente ci terranno a far valere la legge del Pala Matteotti, inviolato da inizio Novembre.
Considerato il giorno festivo e l'orario di gioco si attende una grossa risposta del pubblico loanese.
Lo staff tecnico e la maggior parte della squadra, anche in questo caso, non avrà nemmeno il tempo di gioire o rammaricarsi visto che il giorno dopo si trasferirà a S.Severino Marche dove da lunedi 3 a mercoledi 5 è prevista l'interzona per la categoria Under 19.
I bianconeri nella partita d'esordio di lunedi 3 alle ore 17.00 incontreranno Perugia, vincente in Umbria mentre a seguire alle ore 19.00 giocheranno la seconda gara Nuova Pallacanestro Pavia e Basket Scaligero Verona, vincenti dei concentramenti Open in Lombardia e Veneto e sfidanti dei loanesi nei giorni successivi.
In palio, in questo caso, un posto per le final four nazionali di categoria Under 19 Open in programma il 5 -6 Giugno a Bologna.
La partenza della comitiva è prevista Domenica alle ore 13.00.
Esattamente cinque ore dopo - fischio d'inizio al Palazzetto ore 18.00 - rientreranno in scena anche i babies Under 14 di coach Bortolotti che nei quarti di finale se la dovranno vedere con l'Auxilium Genova. Cacace e compagni dovranno necessariamente levarsi immediatamente la ruggine da dosso, visto il lungo periodo di stop, se vorranno inseguire l'obiettivo della finale regionale e non esser da meno rispetto ai compagni più grandi.
Soci maggiori, gli Under 15 di coach Prati, che inizieranno Martedi 4 alle ore 18.00 in casa la serie che assegnerà il titolo regionale. La sfidante, uscita fuori dalla serie equilibratissima tra Tigullio e Granarolo, è quest'ultima ed è stata capace di ribaltare l'esito alla bella dopo aver perso gara 1 in casa. I genovesi sono stati gli unici a battere a domicilio Prato e compagni ma a Novembre erano sicuramente altri tempi, il gruppo era in formazione mentre adesso esce compatto e caricato a mille dall'esperienza del torneo di Settimo Torinese dove i ragazzi hanno ben figurato meritandosi i complimenti di tanti addetti ai lavori.
Il ritorno nella città della lanterna è previsto per Sabato 8 alle ore 18.30 al Palacrocera in via dell'Eridania. Anche in questo caso alzare la coppa significherebbe acquisire il pass per l'interzona che si svolgerà ad inizio Giugno nel Lazio, un'occasione di confronto e di crescita a cui i nostri dovranno necessariamente puntare.
Ci fermiamo in questa carrellata di eventi e partite ai primi giorni di Maggio, il resto degli appuntamenti potrete immaginarlo in caso di successi continuati.
Se per gli americani Marzo è il mese pazzo... in Loano, Italy, Maggio potrebbe diventare veramente un mese di follia collettiva...

Ecco l'elenco degli appuntamenti in ordine di categoria:

Serie C2:
Sabato 1 Maggio ore 20.15 - palazzetto Loano - Gara ritorno quarti finale vs Granarolo

Under 19:
Da Lunedi 3 a Mercoledi 5 interzona S.Severino Marche vs Perugia, Scaligero Verona, Pavia.
Esordio ore 17.00 - Palasport Ciarapica, Viale Mazzini vs Perugia

Under 17:
Mercoledi 28 Aprile ore 18.00 - Palazzeto Loano Gara andata finale regionale vs Athletic Genova
Venerdi 30 Aprile ore 18.30 - Palacus, viale Gambaro Genova - gara ritorno

Under 15:
Martedi 3 Maggio ore 18.00 - Palazzetto Loano - Gara andata finale regionale vs Granarolo Ge
Sabato 8 Maggio ore 18.30 - Palacrocera, Via dell'Eridania Genova - gara ritorno

Under 14:
Domenica 2 Maggio ore 18.00 - Palazzetto Loano - quarti di finale vs Auxilium Genova
Mercoledi 5 Maggio ore 18.15 - Palestra Via Cagliari, Genova - gara ritorno

lunedì 26 aprile 2010

Brillante secondo posto per gli under 15 al torneo dell'Elefantino di Settimo Torinese!!

Positivo bilancio della formazione U15 del Pool 2000 Loano al Torneo Elefantino Giocabasket di Settimo Torinese giunto ormai alla quinta edizione e che ha visto ai nastri di partenza due delle tre migliori squadre piemontesi e due formazioni straniere provenienti da Serbia e Montenegro. La formula del torneo prevedeva due gironi eliminatorie da 4 squadre e nella serata di Venerdì i bianconeri esordivano affrontando la forte squadra del Kolbe Torino i cui ragazzi hanno poi ospitato i loanesi durante il periodo del torneo con un’accoglienza impeccabile a cui vanno i sentiti ringraziamenti della nostra società. Nella partita di esordio il Kolbe mostrava un a netta superiorità nello stare in campo e nella qualità del gioco prendendo un bel vantaggio all’intervallo malgrado gli sforzi di un generoso Pool. Dopo la pausa la squadra torinese andava oltre i doveri di ospitalità ampliando all’eccesso le rotazioni dei giocatori e permettendo ai loanesi di tornare a contatto e poi vincere nel finale conquistando due importanti punti per la qualificazione. Sabato mattina l’accesso alle semifinali dipendeva dal confronto con la forte squadra serba di Novi Sad ed i loanesi dimostravano di essere in grado di adattarsi ad un livello di gioco superiore a quello quotidiano disputando una gagliarda partita. Lo stile di gioco degli slavi presentava situazioni più adulte di quelle a cui siamo abituati sia dal punto vista fisico che da quello tattico ma dopo un primo difficile impatto la squadra ha tenuto botta rimediando ad un primo quarto in cui aveva subito 26 punti per un preoccupante -7. La grande prova sotto i tabelloni di Servillo e le iniziative di Bedini, Macrì e Prato consentivano il riaggancio e alla pausa lunga il punteggio recitava un +2 per i liguri. Nel terzo quarto il Pool vinceva la partita quando malgrado le difficoltà in attacco (il solito maledetto coperchio) non mollava in difesa mantenendo la squadra avversaria a soli 8 punti nel quarto ed entrando nel tempo finale con 5 punti di vantaggio. Un immediato break di 12-0 firmato Servillo-Macrì-Laganà chiudeva la partita che virtualmente consegnava il primo posto del girone al Pool. Nel pomeriggio la partita con Arona permetteva di dare spazio a chi aveva avuto meno minuti e la squadra rispondeva con generosità mantenendo sempre un piccolo margine contro i piemontesi e portando a casa la partita. Sugli scudi Kotopulis, Torrini, Villa, Bedini e Cacace. Altra levataccia Domenica mattina e altra squadra slava sulla strada della finale. I montenegrini del Pro Basket Tivat mettono in campo una fisicità inusuale per la categoria e con un inizio travolgente mettono in difficoltà i loanesi prendendo un buon margine nel primo quarto. Per fortuna del Pool la squadra slava accentra troppo il gioco sul potente play Kasalica e un gran lavoro di Torrini nell’escluderlo dal gioco unitamente alla collaborazione di tutta la squadra pronta a raddoppiare nelle situazioni in cui si trovava in possesso di palla permettono di limitare l’attacco montenegrino e mantenere la partita sul filo dell’equilibrio. Nell’ultimo quarto i bianconeri forzano molte palle perse avversarie ma sprecano molto in contropiede, si issano sino a + 5 ma non riescono a chiudere la partita e il Tivat torna a +1 a due minuti dal termine. Un canestro da 3 di Cerutti, un gioca da 3 punti di un monumentale Servillo ed una decisiva palla rubata ancora di Cerutti con antisportivo avversario permettono di mettere in ghiaccio la partita e di guadagnare la finale. Nella cornice del gremito Palasport gli stremati loanesi provano ad opporre una qualche resistenza ai superiori torinesi nell’ultimo atto del torneo ma il Kolbe è troppo superiore e vince nettamente e meritatamente la finalissima. Il commento di coach Prati: “Sono molto soddisfatto del nostro torneo perché abbiamo potuto confrontarci alla pari con altre realtà italiane e straniere. Sette mesi fa abbiamo partecipato al torneo di San Lazzaro di Savena ed eravamo stati presi a schiaffi ed in così poco tempo abbiamo fatto tanti progressi da permetterci di arrivare in finale in un torneo di buonissimo livello dopo aver battuto squadre per noi inarrivabili sino a poco tempo fa e tutto questo in partite tiratissime. Sono bastate poche partite intense per farci salire di livello in soli 3 giorni. Per i nostri ragazzi la difficoltà principale resta il trovare la forza per migliorare il lavoro in allenamento anche se le sollecitazione agonistiche sono inferiori a quelle incontrate nella tre giorni di Settimo. Credo che chi farà tesoro di questa ulteriore esperienza per lavorare sui propri difetti ed esaltare le proprie qualità potrà permettere a se stesso e a tutta la squadra di fare ulteriori passi in avanti.”

KOLBE TORINO – POOL 2000 LOANO 91-97 (29-26; 59-50; 70-74)

Kolbe: Vialardi 5, Liso 16, Bussolino 4, Pasquero 2, Marocco, Caratozzolo 16, Larizzate 2, Giraudi 21, Vizzari 2, Quaranta 15, Vai 5, Colombatto 3. All. Saggiorato

Loano: Tulumello, Bedini 13, Laganà 13, Cacace 2, Cerrutti 8, Malco, Macrì 20, Villa 2, Prato 15, Torrini 15, Kotopulis, Servillo 9. All. Prati Ass. Bortolotti

POOL 2000 LOANO – NOVI SAD 80-59 (19-26; 42-40; 53-48)

Loano: Villa 4, Bedini 12, Laganà 13, Cacace, Cerrutti 4, Malco, Macrì 23, Prato 7, Torrini, Kotopulis, Servillo 17, Minazzo. All. Prati Ass. Bortolotti-Ravera

Novi Sad: Davic 6, Dukic, Duretic 12, Raseta 4, Popovic, Lazic 10, Desnica, Tucev, Ilic 16, Jevtic 2, Pesic 6, Glavas 3. All. Zeljkovic

POOL 2000 LOANO – ARONA BASKET 84-78 (27-17; 48-40; 70-59)

Loano: Tulumello, Bedini 18, Cacace 10, Cerrutti 5, Malco 8, Minazzo 4, Macrì 4, Prato, Torrini 13, Kotopulis 10, Servillo 5, Villa 7. All. Prati Ass. Bortolotti-Ravera

Arona: Ceriani 5, Lagger 40, Barbieri, Celestino, Petrillo, Tacchi 6, Bellanti 8, Cadamuro, Bardi 2, De Gasperi 17, Ziggiotto. All. Bruno

POOL 2000 LOANO – PRO BASKET TIVAT 72-65 (18-23; 39-43; 54-51)

Loano: Tulumello, Bedini 8,Cacace, Cerrutti 8, Minazzo, Macrì9, Prato 13, Torrini 12, Kotopulis, Servillo 17, Villa 2, Laganà 3. All. Prati Ass. Bortolotti – Costa - Ravera

Tivat: Kasalica 12, Ercegovic 17, Macic, Saric 9, Krivokapic 4, Vucinovic 2, Muharemovic 6, Meštrovic, Semulovic 15, Krgovic, Kovinic, Lucic. All. Stankovic

POOL 2000 LOANO – KOLBE TORINO 65-99 (22-29; 45-53; 57-76)

Loano: Tulumello, Bedini 6, Cacace 6, Cerutti 6, Malco, Macrì 20, Prato 11, Torrini 2, Kotopulis 4, Servillo 4, Villa 6, Laganà. All. Prati Ass. Bortolotti – Costa - Ravera

Kolbe: Marocco, Bussolino 2, Pasquero, Russano 10, Caratozzolo 25, Larizzate 13, Vai 7, Colombatto 10, Liso 1, Mulato 5, Giraudi 8, Quaranta 18. All. Saggiorato

domenica 25 aprile 2010

Il Pool espugna la tana del Granarolo. Sabato prossimo il ritorno a Loano per l'accesso alle semifinali!!

Quarti di Finale serie C Liguria - Gara 1

Granarolo Basket Genova - Azimut Pool Loano 72-79
Granarolo Genova:
Calabrese 10, Mortara 14, Cicarelli, Pestarino 6, Ardini 16, Parentini 13, Bernardello 2, Camia 1, Casanova, Landi 9 All. Caorsi Aiuto All. Pitzalis
Basket Pool Loano:
Cainero 8, Ciarlo 28, Di Palma n.e., Bussone, Mangione 11, Bovone 9, Scala 19, Penè 3, Morana n.e., Mozzi All. Costagliola Aiuto All. Guarnieri-Costa

Arbitri: Lancia-Belmonte Parziali: 20-19; 14-18; 19-20; 19-22

"I ragazzi hanno superato una bella prova di maturità. Nonostante l'handicap iniziale per l'assenza di Volpi e lo svantaggio in corso di gara non hanno mollato di un passo e nella battaglia dei due quarti finali si sono esaltati dando dimostrazione di grande solidità e compattezza di squadra. Attenzione però! La serie non è finita, le squadre di coach Caorsi hanno sette vite e per questo dobbiamo immediatamente ricaricare le batterie per chiudere il discorso qualificazione sabato prossimo.!!!
Sono le parole dell'assistente e preparatore atletico Piero Guarnieri questa volta a dare voce all'euforia loanese a seguito all'importante successo ottenuto dai loanesi nella gara 1 dei quarti di finale playoff.
I ragazzi di coach Costagliola sfatano il tabu' Palacrocera e dopo due sconfitte rimediate negli ultimi appuntamenti in via dell'Eridania trovano la chiave per arrivare al successo. Bandite chiacchiere, tatticismi e tecnicismi vari i bianconeri gettano soprattutto il cuore oltre l'ostacolo e sfoderano una prestazione di un'intensità emotiva notevole a cui le "G" rosse non possono fare altro che piegarsi nel concitato finale.
Partenza sprint per entrambe le squadre, il Pool schiaccia subito sull'acceleratore ed in contropiede fa male con i coast to coast di Bovone, nove punti per lui alla fine siglati interamente nel primo quarto. I locali non ci stanno e sfruttano l'esperienza, il peso e la qualità di Parentini e Landi sotto canestro. Il primo quarto si chiude sul 20-19 per i genovesi. Nel secondo tempino i ragazzi di coach Caorsi fuggono via, due triple di Parentini ed Ardini segnano il break e trascinano i compagni sul 32-24. I bianconeri sembrano accusare il colpo, l'attacco rimane bloccato per molto ed affiorano i nervosismi sino al momento in cui prende fuoco Marcello Mangione che in un amen con due triple ed un 8 a 0 di parziale personale ricuce lo strappo. Al festival delle triple si iscrive Ciarlo (32-35) che chiude poi con un canestro in penetrazione il 15-2 di parziale e segna il 34-37 di fine primo tempo per i loanesi.
Una bellissima combinazione in contropiede Bovone-Cainero con canestro spettacolare di quest'ultimo permette ai bianconeri di superare subito lo spauracchio di inizio terzo quarto. La guardia Mortara si accende per i locali e diventa con le sue zingarate una spina nel fianco della difesa ospite. Coach Caorsi passa alla sua classica zona adattata ma è un superlativo Luca Scala, per lui doppia cifra in punti e rimbalzi, a spaccarla in penetrazione alla prima azione ed a castigarla con una tripla nella successiva (44-47). Bovone commette il 4° fallo su Landi, Penè accusa un attimo di stanchezza e lo staff tecnico ospite spinge le rotazioni inserendo anche il pivot Mozzi che si fa sentire in difesa e tramuta in canestro un gioco a due con Ciarlo (49-53). Parentini non molla e dal post basso colpisce con insistenza. Il terzo parziale si chiude sul 53-57 dopo un tiro libero di Mangione. Inizia l'ultimo giro di lancette e si apre il Gregorio Ciarlo-show, il capitano prende letteralmente per mano i compagni cadenzando i ritmi degli attacchi e diventando un cecchino infallibile dalla distanza. Cinque suoi punti segnano il massimo vantaggio (57-62) ma la strada per la vittoria è ancora lunga per gli ospiti.La battaglia si fa sempre più dura, Mortara esce per un colpo al mento dopo una sbracciata di Scala a rimbalzo e Calabrese ed Ardini puniscono per due volte l'accenno di difesa a zona chiamata da coach Costagliola (65-66). E' Ciarlo con due triple a ricacciare indietro per ben due volte gli assalti delle "G rosse" (67-74). A due minuti dalla fine la panchina locale perde le staffe, coach Caorsi si fa fischiare un tecnico per proteste e nell' azione successiva si accende un parapiglia al tavolo, volano parole grosse tra il dirigente accompagnatore Pestarino e il coach bianconero Costagliola. Calabrese tiene ancora a galla con una tripla i suoi (70-75) ma è Pippo Cainero a siglare l'ultimo affondo a 40'' dalla fine con una tripla dall'angolo. Il finale recita 72-79 a favore dei ragazzi cari ad un entusiasta Presidente Stefano Dellacasa.

L'appuntamento imperdibile per tutti gli appassionati adesso è per la gara di ritorno fissata Sabato 1 Maggio alle ore 20.15 al Palazzetto di Via Matteotti. Sarà la festa del lavoro ma sopratutto sarà una festa del basket ...Speriamo sia sopratutto festa per il Pool!!!
Nella foto il capitano Gregorio Ciarlo indica ai compagni la strada da seguire.

giovedì 22 aprile 2010

Iniziano i playoff per i ragazzi della C2!

In attesa della disputa delle finali regionali under 15, under 17 e del viaggio nelle Marche per l'interzona degli under 19 tornano in campo i protagonisti della serie C2 che iniziano Sabato il loro percorso nei playoff.
Dopo tre settimane di stop, intercorse tra le festività pasquali e il turno preliminare degli ottavi di finale, si è definita la lista delle otto squadre che a partire dai quarti proveranno a raggiungere l'unico posto disponibile per la promozione in C Dilettanti. A partire dalla zona alta del tabellone questa la griglia: Follo (1)-Aurora Chiavari (8), Spezia (4)-Cus Genova (5), Pool Loano (3)-Granarolo Genova (6), Sarzana (2)-Alcione Rapallo (7).
La serie si svilupperà al meglio delle tre gare secondo il format fuori-casa e bella da giocare in casa della migliore classificata in stagione regolare.
L'esordio per i bianconeri è fissato per sabato 24 alle ore 18.30 al Palacrocera di Genova ed i ragazzi seguiti dal trio Costagliola-Costa-Guarnieri ritroveranno le "G rosse" incrociate due volte in regular season e in semifinale di Coppa Liguria con un bilancio di 1 vinta e 2 perse.
Avversario decisamente ostico, dunque, per i giovani loanesi che mentre riuscirono nell'impresa di battere in casa i genovesi ad inizio novembre per 75-62 vennero sconfitti fuori nelle due restanti gare, disputate a distanza di un mese, per 79-70 in campionato e per 72-65 in Coppa Liguria.
I ragazzi di coach Caorsi arrivano ai playoff sulla scia dei successi in due gare nei preliminari contro l'A.B. Sestri e della vittoria in Coppa Liguria dove in finale han superato Rapallo. In stagione regolare i biancorossi sono arrivati sesti totalizzando un bilancio di 16 vinte e 10 perse, un record costruito attraverso un ruolino casalingo (11v-2p) quasi perfetto con le uniche sconfitte accusate all'esordio contro Spezia ed all'ultima giornata contro la capolista Follo. I dati statistici sono sufficienti a rappresentare la difficoltà del match che i bianconeri saranno chiamati ad affrontare.
I genovesi trovano nel talento offensivo e nell'esperienza i principali punti di forza ed una particolare attenzione dovrà esser riposta alle guardie Ardini e Mortara, capace di accendersi ed esibirsi in micidiali serie di canestri, all'esterno under classe 88' Calabrese, ottimo tiratore dalla distanza, nonchè alla qualità, esperienza e solidità della batteria di lunghi composta da Parentini, Grasso, Brancucci e Camia. Il resto lo fa l'effetto Palacrocera, una palestra con il campo di gioco dalle ridotte dimensioni e la tribuna a contatto con il campo sempre assiepata da un pubblico caloroso.
In casa Loano la situazione è abbastanza serena, i successi nelle categoria giovanili hanno generato entusiasmo in tutto l'ambiente permettendo di lavorare con serenità e fiducia per gli appuntamenti che verranno. Il rischio sovraccarico di impegni, tuttavia, è molto alto, basta ricordare che metà della squadra della C parteciperà unitamente allo staff all'interzona dell'Under 19 delle Marche previsto per i giorni 3-4-5 Maggio e alcuni atleti saranno anche impegnati per la fase finale degli under 17. Soprattutto sulla gestione dei carichi di lavoro individuali e di squadra si è concentrata, quindi, l'attenzione dello staff tecnico.
Per l'occasione è in dubbio l'utilizzodi Teo Volpi, vittima di una distorsione alla caviglia la settimana scorsa, la cui presenza dipenderà molto dal certosino lavoro che il fisioterapista Pulino riuscirà ad effettuare mentre recuperato al 100% dovrebbe essere Luca Scala, affetto da una lieve tendinite. Sulla condizione della squadra e sull'approccio emotivo alla serie questo il commento di coach Massimo Costagliola : "Eccetto gli infortuni occorsi a Volpi e Scala globalmente la squadra è in buone condizioni psicofisiche. Assieme al preparatore ed assistente Guarnieri abbiamo svolto un leggero richiamo atletico dopo le festività che ci permetterà di affrontare quest'ultimo mese, dove i ragazzi saranno impegnati su vari fronti, al top della condizione. Con la prima squadra iniziamo la terza fase della stagione, cominciano i playoff dove, come nella giungla, vige la legge della sopravvivenza...se vinci resti in vita, se perdi muori e sei fuori. I buoni risultati ottenuti durante l'anno sono e rimarranno indelebili cosi come obiettiva e sotto gli occhi di tutti è stata la crescita individuale e del gruppo. Con la consapevolezza della bontà del lavoro svolto ma ancora con tanta voglia di fare e fame di vittoria viviamo quest'ultima fase come un'ulteriore esame di maturità dove interessante sarà verificare la risposta emotiva del gruppo e dei nostri giovani atleti. Nella serie contro Granarolo, lasciando stare il vantaggio solo su carta del fattore campo che nei playoff conta relativamente e viene comunque azzerato in questo caso dal fatto di giocare la prima fuori casa, partiamo oggettivamente da sfavoriti. Loro hanno più esperienza, sono molto più abituati di noi a giocare partite ad alta tensione, hanno talento offensivo da vendere ed inoltre ci hanno battuto consecutivamente per due volte in casa loro, un vantaggio psicologico innegabile. Tuttavia secondo un vecchio saggio popolare nella giungla tutti sono sotto la stessa legge ed il cibo e la vita dipendono essenzialmente dal controllo che ognuno ha di sè...e noi certamente proveremo a restare sino alla fine in vita!"
L'appuntamento per gli appassionati che vorranno seguire la squadra nella difficile trasferta è per Sabato 24 Aprile alle ore 18.30 al Palacrocera in via dell'Eridania a Genova, arbitreranno la gara i signori Lancia e Belmonte di La Spezia. Il ritorno è già fissato per sabato 1 Maggio alle ore 20.15 al Palazzetto di via Matteotti mentre l'eventuale gara 3 si disputerà sempre a Loano Venerdi 6 Maggio alle ore 20.15.

lunedì 19 aprile 2010

Gli under 17 sbancano Spezia e vanno in finale regionale!


Under 17 Open Semifinale - Gara 2
Fossitermi Spezia - Azimut Pool 2000 Loano 65-70

Fossitermi Spezia:
Zangani 10, Buonavita 7, Lombardi 7, Montagnoli 3, Melley 9, Maestri, Fazio 17, Gragnolio 4, Trapani 2, Zappettini 4, Val 4, D'Elia All. Lamberti Ass. All. Bellani

Pool 2000 Loano:
Ferrari, Prato 15, Tassara 3, Delfini 4, Rotolo 10, Cascone 2, Morana 18, Scala 14, Guida 1, Servillo 4 All. Costagliola Ass. All. Costa

Arbitri: Mona-Mazzella Parziali: 14-19; 18-22; 14-13; 19-16

Centrano l'obiettivo della qualificazione alla finale in due gare gli under 17 del Pool ma devono sudare le sette canotte per superare la coriacea ed orgogliosa squadra spezzina del Fossitermi.
Coach Costagliola, alle prese con le assenze di Ghiretti, Gelmini e le precarie condizioni di Scala, rivoluziona l'assetto di partenza affidandosi ad un quintetto formato da Tassara, Prato, Rotolo, Cascone e Guida. La partita ci mette poco a scaldarsi, gli spezzini colpiscono sotto canestro - dove in "teoria" vista l'altezza i loanesi dovrebbero dominare - grazie all'energia ed irruenza di Fazio e Buonavita. I due piccoli Lombardi e Val battono costantemente in penetrazione gli esterni ospiti e Fossitermi piazza un 10-3 di parziale dopo quattro minuti di gioco. Dopo il time out obbligato i bianconeri danno segnali di risveglio e con un'azione da tre punti di Rotolo accorciano le distanze (10-6). L'ingresso dalla panca di Morana e Scala dona energia ed un minimo di equilibrio agli ospiti che piazzano un controparziale di di 11-2 ( 12-17). Due canestri da sotto di Delfini su buone collaborazioni permettono ai loanesi di chiudere sul 14-19 il primo quarto. Coach Lamberti per i locali prova l'arma della zona dispari ma il baby classe 95' Prato risulta cinico e micidiale con tre triple consecutive a concretizzare gli scarichi dei compagni. Fossitermi ripassa ad uomo ma è ancora Scala dalla distanza a punire un miss-match con il lungo Fazio, il Pool vola sul 24-37. Due rapidi contropiedi da canestro subito, orchestrato dalle veloci guardie locali, sorprendono i bianconeri e gli spezzini rimangono in tal modo a galla. L'ultimo possesso del quarto per i loanesi, che dovrebbe chiudersi logicamente con un tiro sulla sirena, finisce viceversa con una palla persa del play Tassara e un fallo antisportivo sanzionato allo stesso. Fortuna vuole che gli spezzini facciano 1/2 dalla linea e il tempo per fare rimessa sia ridotto a due secondi.
Il primo tempo si chiude comunque sul 32-41 per gli ospiti .
Il catino di Viale Alpi è pieno e quando in avvio Fazio strappa dalle mani di Cascone e Rotolo due palloni a rimbalzo offensivo tramutandoli in canestri (36-41), il folto pubblico diventa sesto uomo in campo. Gli arbitri fanno fatica a mantenere il controllo della gara e gli spezzini pagano l'eccesso di aggressività andando a bonus falli dopo soli tre minuti di gioco nel quarto. Il Pool sembra non reggere l'urto ma Morana conquista falli e dalla lunetta tiene a galla i suoi (42-46). Lo staff tecnico loanese toglie Scala e Cascone preferendo il duo Servillo-Ferrari ed è con i due "piccoli" del gruppo che il Pool ritrova la quadra. Il napoletano, anch'egli classe 95', con la sua energia lotta come un leone sotto le plance e fa sentire la sua presenza anche a rimbalzo offensivo, il loanese classe 94' assicura ordine rispettando spazi e tempi nell'esecuzione dei movimenti. Un canestro di Rotolo riporta il vantaggio sopra la doppia cifra per gli ospiti (43-54) ma è una tripla di Lombardi sullo scadere del terzo quarto a dare nuovo ossigeno agli spezzini (46-54). La musica non cambia nell'ultimo parziale con i locali a spingere in campo aperto ed a lottare come dannati a rimbalzo offensivo e sulle palle vaganti, i loanesi chiamati a resistere in stile Forte Apache. Un duro colpo alla coscia toglie fuori dai giochi Servillo e il fortino loanese accusa il colpo. I loanesi tornano a subire il pivot Fazio in difesa mentre in attacco si intestardiscono nella ricerca di soluzioni individuali, patendo oltremodo l'aggressività sulla palla dei piccoli locali. A due minuti e mezzo dalla fine un canestro dalla lunetta di Tassara sigla il 59-63 ma prima Fazio e poi Zangani riportano i propri sotto sino al 63-65 quando mancano 35'' dalla fine. Coach Costagliola è costretto alla sospensione ed in modo visibilmente contrariato richiama alla collaborazione i suoi. Negli ultimi secondi di gara i loanesi producono un 5 a 2 di parziale frutto della freddezza dalla lunetta di Scala e Prato e di una difesa finalmente di squadra.

I ragazzi cari al Presidente Dellacasa raggiungono, quindi, la finale regionale ed attendono nel fine settimana prossimo la vincente della bella tra Athletic Genova e Dlf Spezia, in programma martedi a Genova, per l'inizio della serie.
Nella foto Gaetano Servillo, classe 95', tra i protagonisti della vittoria.

domenica 18 aprile 2010

Programma Settimana 19 Aprile - 25 Aprile




Gli Under 15 raggiungono la finale regionale!



U15 Open / Semifinale Gara 2 : Athletic Genova – Pool 2000 Loano 60-78 ( 10-8/36-28/51-56/)

Athletic Genova: Matricardi, Torrini 7, Villa 15, Negrini 16, Pascal, Patris 10, Figari Tomenotti, De Ferrari 2, Di Bisceglie 2, Repetto 3, Silvotti 5. All. Ravera Ass. Pansolin - Griffanti

Pool 2000 Loano: Tulumello, Bedini 10, Lagana' 9, Cacace 2, Cerutti 8, Minazzo, Malco, Prato 26, Garofalo 6, Kotopulis Ostinelli 6, Servillo 11. All. Prati Ass. Bortolotti

Un Pool scuro-chiaro viola il palazzetto di Viale Gambaro e conquista la finale del campionato U15 al termine di una partita dai due volti. A distanza di 5 giorni da gara 1 la vera Athletic inizia la gara con il giusto atteggiamento mettendo in forte difficoltà la squadra ospite che vista l’incapacità di segnare (0 punti dopo 6 minuti) decide di concentrarsi sul fare danni alle strutture (volgarmente “spaccare i ferri”) preferibilmente da distante e a riempire il referto di crocette nel tentativo di battere il record di falli commessi in un singolo quarto. Per fortuna la difesa tiene e lo svantaggio è contenuto in pochi punti ma la situazione falli è pesante e costringe alla panchina Laganà, Servillo e Prato. Con in campo un quintetto poco bilanciato e con pochi punti nelle mani sarebbe necessario poter allungare la difesa e non regalare contropiedi agli avversari ma di fronte alle zone dell’Athletic il Pool sbanda e concede il break ai padroni di casa che volano sul 27-13 in pieno controllo della partita. Gli Dei del basket però prendono in simpatia gli svampiti loanesi e assumono la forma di Nikolas Kotopulis che prima converte un rimbalzo offensivo e poi segna da fuori su un recupero del pressing permettendo di fermare l’emorragia. Un ulteriore palla recuperata ed un canestro da 3 del rientrato Prato permettono di tornare a contatto e contenere lo scarto all’intervallo malgrado la furbata di mandare due volte in lunetta gli avversari nell’ultimo minuto del secondo quarto con il terzo fallo di Bedini e Kotopulis entrambi a 25 metri dal proprio canestro. Geniali !! Nell’intervallo coach Prati (diciamo eufemisticamente un po’ scontento …) cerca di spiegare che non è grave fare degli errori ma è grave pensare che non siano errori (e l’arbitro …, e il compagno …, e l’avversario …, e la sfortuna …, e la palla …, ma io …) evitando di risolverli e che sarebbe opportuno, tra le altre cose, finirla di sprecare falli senza criterio. Al rientro dagli spogliatoi il rapido terzo fallo di Cacace e Servillo sono una chiara risposta della squadra che però nel frattempo con 2 triple di Prato è tornata definitivamente in partita ed improvvisamente (senza alcun motivo apparente) inizia a pressare con un minimo di attenzione in più senza sprechi e ad attaccare la zona dell’Athletic con giuste spaziature trovando tiri aperti ed in equilibrio con Prato e Laganà mentre è determinante il contributo di Garofalo, entrato per il quarto fallo di Servillo, da entrambi i lati del campo unitamente ai palloni recuperati di Cacace e Cerutti. Nell’ultimo quarto l’Athletic non molla anche se la stanchezza inizia a sentirsi, Villa e Negrini segnano importanti tiri da tre che mantengono la partita in equilibrio ma alcuni errori dei locali in contropiede permettono al Pool di incrementare progressivamente il vantaggio anche grazie il rientro di Bedini e Servillo. Lo scarto finale non rende giustizia ai padroni di casa che hanno giocato un a partita alla pari per l’intero incontro. Il Pool ora attende l’esito della semifinale Granarolo – Tigullio (attualmente 1-1) per sapere chi incontrerà in finale e nel frattempo parteciperà al tradizionale torneo L’elefantino Giocabasket organizzato dalla società SEA Settimo Torinese.

mercoledì 14 aprile 2010

Gli under 15 superano l'Athletic e vedono la finale vicina!



Semifinale Under 15 - Gara 1


Pool 2000 Loano - Athletic Genova 79-47 (18/10 - 33/16 - 56/31)

Pool 2000 Loano: Tulumello 6, Bedini 4, Lagana' 27, Cacace 6, Cerutti 2, Beltrame n.e., Minazzo, Malco 2, Prato 12, Garofalo 4, Kotopulis Ostinelli 6, Servillo 10. All. Prati Ass. Bortolotti - Costa


Athletic Genova : Matricardi n.e., Torrino 7, Villa 13, Negrini 8, Costa n.e., Pascal, Patris 4, Figari Tomenotti , Di Bisceglie 9, Repetto 2, Silvotti 4. All. Ravera

Gara 1 di semifinale del campionato U15 Open si preannunciava molto pericolosa per il Pool 2000 che doveva fare i conti con le cattive condizioni di Prato e Cacace da più di un mese senza allenamenti nelle gambe e con il primo anche in uscita da uno stato influenzale ma stoicamente in campo. Una super prestazione di Laganà e un rendimento al di sotto delle proprie possibilità della squadra ospite ha permesso di sbrigare la pratica senza troppi patemi. L’Athletic prende vantaggio solo ad inizio partita con 6 punti di Negrini mal contenuto da Bedini ma l’ingresso in campo di Cerutti a guardia del play giallo-verde ed il successivo inserimento di Servillo vero dominatore sotto i tabelloni permette al Pool di prendere progressivamente il controllo dell’incontro. All’intervallo lungo i padroni di casa hanno un vantaggio di 15 punti e si presentano con il piglio giusto alla ripresa delle operazioni valicando rapidamente i 20 punti di vantaggio. L’Athletic sfrutta la buona vena offensiva di Di Bisceglie e prova a reagire utilizzando la zona 1-3-1 ma dopo un momentaneo sbandamento una serie di canestri da tre di Laganà ed il buon lavoro sotto le plance di Kotopulis e Garofalo mantiene gli ospiti a distanza di sicurezza. L’ultimo quarto è una pura formalità ed entrambe le squadre fanno ampio uso della panchina. Purtroppo per il Pool non conta la differenza canestri e Sabato alle 17.30 al PalaCUS sarà sicuramente un’altra Athletic che affronterà i bianconeri con l’obiettivo di tornare a Loano per giocarsi l’accesso alla finale.

domenica 11 aprile 2010

Primo passo verso la finale per gli Under 17

Semifinali Under 17 - Gara 1
Azimut Basket Pool 2000 Loano - Fossitermi Spezia 92-65
Pool 2000 Loano:
Ferrari 3, Bedini 3, Ghiretti 4, Tassara 9, Servillo 2, Guida 4, Delfini, Scala 36, Rotolo 7, Cascone 8, Morana 16 All. Costagliola Ass. All. Costa
Fossitermi:
Zangani 8, Buonavita 7, Lombardi 4, Montagnoli 4, Maestri 6, Fazio 26, Grignolio, Trapani 5, Zappettini 3, Val, D'Elia 2, All. Lamberti Ass.All. Zappettini
Arbitri. Pau-Vicari Parziali: 27-17; 24-14; 18-16; 23-18

Il Pool supera largamente il Fossitermi Spezia in gara 1 delle semifinali di categoria under 17 al termine di una partita in chiaro scuro. I ragazzi del duo Costagliola-Costa patiscono la stanchezza e le fatiche della settimana passata ma pur non brillando riescono a portare a casa un risultato che li avvicina alla finale di categoria.
I bianconeri vengono sorpresi dalla veemente partenza degli ospiti che con i loro piccoli Zangani, Montagnoli e Lombardi mettono in difficoltà la difesa bianconera. Solo con l'ingresso di Tassara i locali prendono le misure agli ospiti ed iniziano a portare la gara sui loro binari. Sono otto punti del play , uniti a due triple di Morana, a scavare il primo solco nella gara. Il primo quarto si chiude sul 27-17. Ad inizio secondo quarto Tassara è costretto al forfait per un colpo al labbro, alla fine saranno tre i punti di sutura necessari per tamponare la ferita, e coach Costagliola si affida al più piccolo della truppa , Fabio Bedini classe 95'. Il play bordigherese in coppia con Morana assicura ordine e linearità all'attacco loanese che viaggia su buoni ritmi anche nel secondo quarto. E' Luca Scala, autore di 15 punti nel parziale, a trascinare i propri compagni verso il parziale decisivo di metà tempo e confermare il suo buon momento. Il primo tempo si chiude sul 51-31. Coach Lombardi cerca di mischiare le carte alternando zona e uomo ma i bianconeri non si fanno trovare impreparati. Lo staff tecnico locale è costretto a quintetti altissimi - oltre al forfait in corso di Tassara sono da ricordare le assenze delle guardie Gelmini e Prato - ed i vari Ferrari, Rotolo e Ghiretti cercano di non soffrire troppo la velocità dei piccoli ospiti. In attacco é Fazio per Fossitermi a fare a spallate contro i lunghi locali , dimostrandosi estremamente produttivo con i suoi 26 punti finali. La partita prosegue senza troppe emozioni nei restanti due quarti, utili a vedere buone cose da un tonico Cascone ed a far accumulare minuti di esperienza a Guida ed al 95' Servillo. La partita si chiude con un tripla di Ferrari a suggellare il 92-65 finale e l'1 a 0 nella serie.
Per i bianconeri due giorni di assoluto riposo e ritorno agli allenamenti nel pomeriggio di Martedi 13 alle ore 15.00 in vista del match di ritorno in terra spezzina di Domenica 18 Aprile alle ore 18.

venerdì 9 aprile 2010

Gli Under 19 battono Ceriale e si laureano Campioni della Liguria per la settima volta consecutiva!


Finale Under 19 - Gara 2

Azimut Basket Pool 2000 Loano - Ceriale Basket Club 86-62
Azimut Pool Loano:
Cainero 20, Ghiretti 5, Tassara 1, Di Palma, Bussone 13, Mangione 9, Costantino 2, Scala 15, Rotolo 8, Cascone 8, Morana 5, Guida All. Costagliola Ass. Guarnieri-Costa
Ceriale Basket:
Rosso 5, Kader 6, Mana, Fossati 7, Carlucci 7, Giulini 12, Grimaldi 11, Tambone, Vicari, Carpaneto 14 All. Romano Ass. Giordano

Arbitri: Puccini-Metti Parziali: 27-22; 25-7; 12-20; 22-13

Il Pool 2000 Loano del Presidente Stefano Dellacasa vince anche la gara di ritorno contro Ceriale e si laurea per la settima volta consecutiva campione ligure nella categoria Under 19. Davanti a circa trecento spettatori, in una cornice di pubblico degna delle grandi occasioni, i bianconeri sfoderano una prestazione di grande energia e superano la squadra cerialese, scesa in terra loanese vogliosa di allungare la serie sino alla bella.
E' una bomba iniziale di Grimaldi ad aprire le danze per gli ospiti ma bastano due minuti a Pippo Cainero, indiscusso mvp della serie e dell'incontro, a prendere in mano le redini della squadra e della partita. Cinque suoi punti sbloccano il risultato per i locali dando il via al primo break proseguito da due bombe di Bussone e Mangione (13-5), costringendo dopo 3 minuti di gioco coach Romano alla prima sospensione. Gli ospiti si affidano alle loro armi, rapidi contropiedi e gioco di grande energia sotto le plance, e con il duo Giulini-Grimaldi si riportano sotto. I loanesi fanno fatica in difesa a contenere l'irruenza degli ospiti ma in attacco continuano a giocare con grande ordine e linearità. Un canestro di Costantino dall'angolo su assist del solito Cainero chiude il primo parziale sul 27-22. Con l'ingresso di Scala dalla panchina coach Costagliola ottiene il solito contributo di concretezza ed efficacia ed in avvio di secondo quarto i bianconeri scappano via. Bussone e Scala diventano dominanti negli spazi liberi lasciati dalla difesa ed assieme confezionano un 8 a 0 di parziale che permette ai propri di raggiungere il 35-23. Per gli ospiti piove sul bagnato e coach Romano deve rinunciare forzatamente al play Grimaldi, infortunatosi in uno scontro di gioco. L'onda bianconera prosegue, Tassara concede importanti minuti di riposo in cabina di regia a Cainero e due canestri in chiusura di quarto di Mangione segnano il 52-29 in chiusura di primo tempo. Al ritorno dagli spogliatoi i bianconeri cercano di controllare il vantaggio ed il ritmo della gara perdendo tuttavia verve ed energia in difesa cosi come in attacco. I cerialesi, confermatisi nuovamente leoni bravi a non mollare mai, ne approfittano e trascinati da Carpaneto e Fossati si riportano sino al 59-48. Lo staff tecnico locale si affida ai più giovani del gruppo, Rotolo e Morana, e l'energia dei due siciliani è determinante in chiusura di terzo quarto. Una bomba di Bussone su assist del primo al termine di un'azione da manuale ed un canestro in contropiede del secondo permettono ai bianconeri di chiudere il quarto sul 64-49. E' la mazzata finale per gli ospiti che stavolta vanno al tappeto. Capitan Bussone ha ancora energie per prender rimbalzi, condurre contropiedi, incitare i compagni e dopo la sua terza importante tripla di giornata dalla panchina arriva il cambio per il meritato tributo dal pubblico. Gli ultimi minuti servono per vedere Guida lottare ai rimbalzi ed a Scala per rimpinguare il suo bottino. A due minuti dalla fine è tempo per coach Costagliola di concedere la standing ovation a Pippo Cainero e per coach Romano di chiamare sospensione per ringraziare i propri uomini. La partita si chiude sul punteggio di 86-62.

"Per il settimo anno consecutivo siamo campioni liguri per la categoria under 19 - dichiara un soddisfatto Presidente Dellacasa - Arriviamo a questo traguardo con una squadra composta per sette dodicesimi da ragazzi classe 93' e quindi due anni sotto leva, come nostra consuetudine. E' il segnale che il lavoro paga sempre cosi come la conferma che la nostra programmazione guarda sempre avanti, mai indietro. E' il primo passo di un finale di stagione a cui guardiamo con occhi fiduciosi. Tutte le nostre squadre giovanili si sono classificate al primo posto nella regular season e possiamo arrivare al traguardo finale con ognuna di esse"

Gli fa eco coach Massimo Costagliola al suo primo titolo da allenatore del Pool:
"Una vittoria da condividere con ogni membro dello staff tecnico-dirigenziale perchè ognuno ci ha messo del suo in questa storia, a partire da coach Spedaliere che ha condotto la squadra sino alla fine della regular season. Personalmente sento, in primo luogo, di dover ringraziare Stefano oltre che Danilo per la fiducia che mi han concesso portandomi a Loano due anni fa. Il secondo pensiero va ovviamente ai ragazzi - che han ricambiato il coach anche con una bella doccia fredda alla fine della gara - perchè mi hanno permesso di gioire per la vittoria di un titolo per la prima volta nella mia carriera di allenatore professionista. Oggi ci rallegriamo ma domani si ricomincia. Prima di pensare all'interzona nelle Marche del 3-4-5 Maggio ci sono le semifinali under 17 e l'inizio dei playoff con la serie C. Abbiamo ancora tanta fame e vogliamo arrivare sino in fondo in ogni ambito!!"

Nel video i momenti clou della festa bianconera con la consegna della coppa a capitan Bussone effettuata da Francesco Cacace, presidente della FIP di Savona.
Si ringraziano Elisabetta Guida, indiscusso talismano portafortuna, e Paola Maggioni per le riprese effettuate.

video

mercoledì 7 aprile 2010

Si ritorna in Liguria, via alle fasi finali giovanili!

Dopo la Pasqua ricca di successi e soddisfazioni in giro per l'Italia per i giovani "parrots" non c'è nemmeno il tempo di gioire che si torna in campo per la varie fasi delle finali giovanili.
Il clou è Giovedi al palazzetto di Loano quando andrà di scena il secondo atto della finale under 19 contro il Ceriale. E' oramai storia il finale dell'andata con i bianconeri capaci di violare il bunker cerialese sulla sirena grazie ad una bomba di Mangione. Domani per i loanesi c'è la possibilità di chiudere la serie, trasferire direttamente in bacheca la coppa e puntare all'interzona del 3-4-5 Maggio nelle Marche. I ragazzi di coach Costagliola forti della vittoria nel torneo under 17 di Bologna - il roster degli under 19 è composto per sette dodicesimi da ragazzi classe 93'- arrivano carichi all'appuntamento ma dovranno fare i conti con la voglia di riscatto dei "leoni" allenati da coach Romano. Già due anni fa in semifinale under 17 i cerialesi furono capaci di espugnare il palazzetto di via Matteotti dopo aver perso gara 1 in casa ed allungare la serie sino alla bella, successivamente persa, e questo dato la dice lunga sulle qualità caratteriali della squadra ospite. Insomma ci sono tutti gli ingredienti per aspettarsi una partita appassionante ed emozionante, ricca di contenuti agonistici e tecnico-tattici. L'appuntamento per gli appassionati è alle ore 20.30, arbitreranno la gara i signori Puccini e Metti di Genova.
Dopo due giorni, Sabato 10 alle ore 18.15 sempre al Palazzetto, via alle semifinali per gli under 17 che ospiteranno il Fossitermi Spezia, già affrontato e sconfitto due volte nella seconda fase. Per i bianconeri sarà assolutamente vietato abbassare la guardia considerato che gli spezzini sono la squadra che forse più di ogni altra in questo campionato ha dimostrato di avere l'energia e la struttura fisica per competere alla pari.
Martedi 13 alle ore 18.30 tempo di semifinali anche per gli under 15 di coach Prati. A fare visita ai loanesi i consociati dell'Athletic e ci chiediamo se alzandosi la posta in palio i due Prati, padre e figlio, preferiranno venire assieme o separati al Palazzetto. Scherzi a parte, sarà una nuova occasione per verificare il lavoro svolto dai due staff che collaborano e testare i progressi dei ragazzi , tutti nell'orbita Riviera Vado Ligure. Poi che dire, vinca il migliore...
A tutti in bocca al lupo.

Le immagini della finale e della premiazione degli under 17 al Memorial Gallazzi.

Nel montaggio video le immagini più significative dell'ultima giornata del Memorial Gallazzi, la presentazione della squadra, la premiazione di Luca Scala come miglior giocatore del torneo e la consegna della coppa a capitan Tassara. A seguire le foto più suggestive del torneo.

Si ringrazia Elisabetta Guida per la pazienza dimostrata nel riprendere le immagini di tutte le gare nonchè per la fortuna trasmessa alla squadra con la sua presenza.

video

martedì 6 aprile 2010

Gli under 17 trionfano a Basket City e si aggiudicano il 1° Memorial Gallazzi. Luca Scala Mvp, Alessandro Ferrari finalista nel tiro da 3.







Nella città del basket brillano le stelline under 17 del Pool Loano che si aggiudicano il I Memorial Giacomo Gallazzi, dedicato all'atleta dello Jato S.Lazzaro morto in maniera prematura la scorsa estate. Vincono e convincono i ragazzi del duo Costagliola-Costa, accompagnati dal sempre presente dirigente Rossi, grazie ad un crescendo nelle tre gare giocate a partire dai quarti di finale. Lo fanno in maniera determinata e decisa superando i pronostici della vigilia e meritandosi i complimenti dei tanti esperti ed addetti ai lavori presenti alla tre giorni bolognese.
I bianconeri hanno regolato nei quarti di finale la migliore squadra sarda, l'Esperia Cagliari, al termine di una gara combattutissima sino all'ultimo secondo mostrando, pur senza brillare in attacco, una grande solidità difensiva e spirito di sacrificio da parte di tutti gli elementi.
Su queste basi in semifinale è stata costruita l' impresa di battere i padroni di casa, organizzatori del torneo, dello Jato Bsl S.Lazzaro, quinta forza in Emilia Romagna, allenati dall'ottimo Roberto Rocca. I ragazzi cari al Presidente Dellacasa, vendicandosi in tal modo della sconfitta subita a Settembre nel torneo di Vado, sono stati trascinati in attacco dalla superba prestazione del duo Scala-Manuelli ed hanno avuto la meglio rispetto ai coriacei bolognesi superando le trappole seminate lungo tutto l'arco della gara dallo staff tecnico locale.

Nella finale i bianconeri, sulle ali dell'entusiasmo e caricati anche dalla presenza di molti affezionati genitori presenti a Bologna, hanno travolto l'Andrea Costa Imola, sesta nel girone di Eccellenza emiliano.
Compatti ed aggressivi in difesa i ragazzi di coach Costagliola hanno scavato il break decisivo nel primo quarto grazie ai rapidi contropiedi condotti da un'ordinato Morana ed all'efficace gioco vicino canestro di Luca Scala, premiato come mvp del torneo. Dopo l'intervallo Tassara e compagni sono riusciti a tenere botta al tentativo di rientro degli imolesi, aumentando il vantaggio in chiusura di terzo quarto e conducendo senza patemi d'animo la gara nell'ultimo giro di lancette.
Dal sito dello Jato Bsl il commento ed i tabellini alle tre gare disputate dai loanesi:
Finale 1° -2° posto
Pool 2000 Loano - Andrea Costa Imola 87-70 (26-17; 16-14; 21-17; 24-22)

Studio Montevecchi Imola: Benghi, Seracchioli 23, Sabattani 19, Resta 2, Grandolfi 9, Baruzzi, Forlani 8, Gasparri 2, Rinaldi Ceroni 3, Balducci, Dirella 4 All. Massimo Bacchilega

Pool 2000 Loano: Ferrari, Ghiretti 6, Tassara 3, Manuelli 18, Renzone, Delfini 4, Rotolo 2, cascone 3, Morana 6, Guida 3, Scala 42. All. Massimo Costagliola Ass. All. Marco Costa
E' Loano che scrive il proprio nome sulla prima casellina della bacheca del memorial dedicato all'indimenticabile Jack Gallazzi... e lo fa con grande autorità esibendo un giocatore pressochè immarcabile per capacità fisiche e tecniche (Luca Scala, MVP del torneo).
Imola prova a resistere aggrappandosi al talentuoso '94 Sabattani ed al tiro di Seracchioli ma alla lunga non possiede sufficiente precisione al tiro (la zona di Loano scava nel terzo quarto il break incolmabile) e fisicità lungo tutto il campo.
Grande impressione ha destato anche la guardia ligure Manuelli, in possesso di un arresto e tiro e di un controllo da giocatore vero , mentre per Imola va segnalata anche la prova generosa come sempre dell'esterno Grandolfi.
Quindi grande soddisfazione per i liguri che ripagano la fatica del lungo viaggio con una meritata affermazione ed i sinceri complimenti dei tanti addetti ai lavori presenti.

Semifinale: Pool 2000 Loano - JATO BSL 78-67 (23-18; 15-19; 12-11; 23-19)
Pool 2000 Loano: Ferrari n.e., Tassara 2, Ghiretti, Manuelli 27, Renzone, Delfini 1, Scala 40, Cascone 4, Rotolo 2, Morana, Guida. All. Massimo Costagliola Ass. All. Marco Costa.
JATO BSL: Fabbri 2, Franceschini, Saccardin 20, Boccardo 15, Lolli 2, Barbani 18, Remartini 2, Pistacchio 8, Rispoli, Bollini. All. Roberto Rocca

In finale ci va Loano che riesce a mettere a nudo le difficoltà fisiche di una generosa BSL (in tutti gli scontri diretti si cedeva chili e centimetri) che ha fatto di tutto per restare in partita.L'equilibrio ha regnato sovrano per tutto l'incontro con Luca Scala assoluto protagonista (40 punti ed una presenza fisica impressionante) ben coadiuvato nei momenti importanti dal bravo Manuelli mentre per i padroni di casa Boccardo e Barbani sono stati molto positivi nei primi 20 minuti e Saccardin è risultato il top scorer della propria squadra alternado penetrazioni ad arresti e tiro pregevoli.Da rimarcare la solità generosità di Ricky Lolli ed il finale di partita di Pistacchio (prima piuttosto in ombra) ed anche il grande pubblico che ha stipato all'inverosimile la Rodriguez e non ha fatto mancare un grande supporto ai nostri ragazzi.Domani i biancoverdi giocheranno per il terzo posto contro il Murri, mentre Loano affila le armi per la sfida finale contro Imola.

Quarti di finale: Pool 2000 Loano - Esperia Cagliari 62-61
Pool 2000 Loano: Ferrari, Tassara 4, Ghiretti 4, Delfini 5, Manuelli 4, Renzone 7, Scala 14, Rotolo 8, Cascone 5, Morana 8, Guida. All. Massimo Costagliola Ass. Marco Costa
Esperia Cagliari: Mura, Limbardi 3, Ligia 2, Salone 12, Rocca 5, Cornaglia 21, Vassallo, Pili 2, Moret 2, Musiu, Cuccu 8, Perra 8. All. Michele Boero

Inizio equilibrato con Loano svelta in contropiede, ma Cagliari domina a rimbalzo. Piccolo allungo per Loano grazie ai tiri di Rotolo.Secondo quarto con Loano che si blocca in attacco con troppe palle perse banali, mentre Cagliari prende coraggio grazie alla zona 3-2. Zona anche per i liguri, che mantengono un minimo vantaggio fino al sorpasso di Salone al 19', cui risponde subito Delfini, ma di nuovo Salone segna sulla sirena di fine quarto dopo un bel rimbalzo d'attacco, impattando a quota 27.Dopo l'intervallo Cornaglia segna a ripetizione, mentre per Loano solo Renzone sembra tenere il passo, infatti Cagliari chiude la frazione a +3. Ultimo quarto all'insegna dell'equilibrio fino al 37' quando una bomba e un assist di Cascone danno a Loano un +6. Cagliari non si arrende e con Cornalgia torna a -1 a 1' dalla sirena. Nonostante però gli errori di Limbardi e Scala dalla lunetta, prima Cornaglia e Perra mancano il tiro della vittoria.

Nella foto dall'alto verso il basso il momento della consegna della coppa a capitan Tassara, Luca Scala premiato MVP e la squadra al completo dopo la cerimonia di premiazione.

Vittoria nel Memorial Bellotti per gli under 14 del Pool. Si ferma nei quarti di finale contro il Leoncino la corsa dei ragazzi di coach Bortolotti.



La squadra del Pool 2000 vince il 2° Memorial Bellotti disputatosi ad Omegna per la categoria U14 e valido anche come girone eliminatorio per il trofeo Garbosi 2010. Nella prima partita del torneo i bianconeri hanno affrontato i pari età di Novara e con un inizio perentorio hanno subito preso il controllo della gara con un buon apporto da parte di tutti i giocatori che si sono distribuiti minuti e punti. Il largo vantaggio all’intervallo ha permesso di risparmiare preziose energie per la partita di Sabato mattina che li ha opposti alla forte squadra serba del Radnicki Obrenovac a loro volta vincitrici contro i padroni di casa dell’Omegna. Contro i serbi è stato necessario un tempo per prendere le misure del pericoloso play Milosavljenic vero accentratore del gioco slavo che con le sue iniziative permetteva alla sua squadra di prendere un buon vantaggio nel primo quarto. Il lavoro difensivo di Cerutti, Mastrosimini e Zavaglio permetteva di contenere le sue iniziative ed il Pool pian piano prendeva il controllo della partita con il lavoro a rimbalzo di Grofalo ed i punti di Pettorossi. L’ultimo quarto vedeva i loanesi difendere con attenzione i 10 punti di vantaggio fino alla sirena finale. Nel pomeriggio i padroni di casa del VCO Omegna hanno provato ad ostacolare il Pool 2000 che aveva bisogno di una terza vittoria per vincere il trofeo cercando anche di approfittare della stanchezza dei ragazzi liguri. Dopo un inizio stentato con il punteggio in equilibrio è la maggiore profondità della panchina loanese che trova un buon contributo da Nicoletti, Patrone e Spandonari che permettono di prendere un buon vantaggio poi ampliato nell’ultimo quarto. La vittoria nel girone ha permesso di accedere ai quarti di finale del Trofeo Garbosi con un difficile accoppiamento che ha opposto i loanesi al Leoncino Mestre prima forza del campionato veneto e campione in carica del Garbosi per l’annata ’96. I bianconeri hanno pagato l'impatto iniziale della gara accumulando nel primo quarto dieci punti di svantaggio. Con l'organico ridotto all'osso per le defezioni di Cacace e Spandonari è risultato vano il tentativo di rimonta successivo e cosi hanno dovuto chinare la testa dinanzi ai più forti veneti, confermatisi successivamente campioni in carica battendo in finale la Scavolini Pesaro.

Nel link indicato i risultati dei gironi qualificatori e della fase finale del torneo: http://www.trofeogarbosi.it/id22.htm

Di seguito i tabellini dei quattro incontri disputati:

Qualificazioni - Memorial Bellotti

Pool 2000 Loano - Lucciola Novara 105-68 (34-9, 53-20, 81-43)

Pool 2000 Loano: Lanfranco, Patrone 8, Pettorossi 15, Cacace 16, Cerutti 7, Muscella, Spandonari 9, Mastrosimini 11, Zavaglio 12, Nicoletti 10, Garofalo 12, Brunetto 2. All. Bortolotti Ass. Damonte Lucciola Novara: Facchin 2, Zamoli, Manzo 2, Cattaneo, Merlo 14, Sala 6, Cali 2, Vetrella 3, Favaretto 26, Grillo, Bignoli 6, Bongiovanni 8. All. Villa

Pool 2000 Loano - Radnicki Obrenovac 74-63 (18-25, 37-35, 60-50)

Pool 2000 Loano: Lanfranco, Patrone, Pettorossi 14, Cacace 4, Cerutti 14, Muscella, Spandonari 2, Mastrosimini 9, Zavaglio 11, Nicoletti, Garofalo 20, Brunetto. All. Bortolotti Ass. Damonte Radnicki Obrenovac : Milosavljenic 27, Matic, Lazic, Mitrovic 2, Stepanovic 2, Trifkovic 10, Mitrovic 11, Spankovic, Tamindzic 9, Stojicevic, Zerovic 2. All. Milosavljenic.

Pool 2000 Loano - VCO Omegna 69-49 (19-18, 36-23, 53-37) Pool 2000 Loano: Lanfranco 2, Patrone 4, Pettorossi 12, Cacace 4, Cerutti 10, Muscella, Spandonari 8, Mastrosimini 4, Zavaglio 10, Nicoletti 8, Garofalo 7, Brunetto. All. Bortolotti Ass. Damonte VCO Omegna: Recli 2, Viscardi 2, Durelli 4, Piccinno 4, Rabbolini, De Giuli 2, Gavinelli 4, Brizzi, Mencarelli 2, Piturro 13, Pavesi 7, Crusca 9. All. Buarotti Ass. Cavagna

Quarti di finale Trofeo Garbosi:

Leoncino Mestre- Basket Pool Loano 2000 81-73 (27-17; 44-28; 64-48; 81-73)

Leoncino Mestre : Vianello 2,Covatta ,Marzaro 2,Rosada 8,Posapiano 1,Rampado 14,Massato 37,Fabris ,Pavan 3,Geminato 6,Dri 8.
ALL: Marchetto
Basket Pool 2000: Lanfranco ,Patrone ,Pettorossi 7,Cacace 1,Cerutti 15,Mastrosimini 9,Zavaglio 14,Nicoletti 7,Garofalo 20,Brunetto.
All: Bortolotti Ass:Damonte

sabato 3 aprile 2010

Gli auguri di buona Pasqua del Riviera Vado Basket!

Il Riviera Vado Basket è lieto di potervi presentare, come dono di Pasquetta, un piccolo cadeaux che l’Ufficio delle Relazioni Esterne ha confezionato per tutti gli appassionati del Riviera e delle sue società consociate.

In questo video potrete vedere le foto che immortalano alcuni importanti momenti della stagione 2009/2010 della società soprattutto a livello giovanile, oltrechè, naturalmente, una presentazione delle nostre squadre.

Sulle note di “I’ll never be the same” di Timbaland ft. Katy Perry speriamo che tutti voi possiate sentirvi sempre più parte della grande famiglia del Riviera e che anche per voi la società del pappagallo diventi molto più che una semplice passione.

Buona Pasquetta a tutti voi!


Eccovi il link dove poter visualizzare il video: http://www.rivieravadobasket.it/?p=4472

giovedì 1 aprile 2010

Pool cade in semifinale di Coppa Liguria.

Coppa Liguria - Semifinale

Granarolo Basket Genova - Azimut Basket Pool 2000 Loano 72-65
Granarolo:
Calabrese 7, Mortara 18, Cicarelli, Pestarino 1, Ardini 20, Parentini 10, Bernardello 2, Camia 5, Casanova, Landi 8 All. Caorsi-Pitzalis
Pool 2000 Loano:
Cainero 11, Ciarlo 11, Di Palma n.e., Bussone, Mangione 5, Bovone 15, Scala 2, Volpi 13, Penè 5, Mozzi 4 All. Costagliola Ass. All. Guarnieri-Costa

Arbitri: Romani-Empoldi Parziali: 21-21; 8-21; 19-12; 24-12

Nella semifinale di coppa Liguria, a distanza di un mese dall'ultima sconfitta, i ragazzi di coach Costagliola escono nuovamente sconfitti dal Granarolo Genova. Partenza sonnecchiante da parte delle due squadre che si fronteggiano nel primo quarto con poca intensità. I bianconeri, apparsi molto scarichi emotivamente, lasciano troppo spazio alle sortite offensive di Ardini e Mortara che si accendono con sette punti a vicenda già nel primo quarto. Dopo il 21-21 pari di fine periodo, finalmente, sale di colpi la difesa ospite nella ripresa e sono due triple consecutive degli ex Cainero e Mangione a firmare il primo consistente vantaggio (21-29) per i loanesi. I ragazzi di coach Caorsi si aggrappano alle iniziative di Calabrese ma è il Pool a ritornare negli spogliatoi con l'inerzia della gara in mano grazie ad una tripla a fil di sirena di Teo Volpi (29-41). Nella ripresa va in scena lo stesso film della gara di ritorno con i bianconeri che cercano di controllare il vantaggio acquisito e le "G rosse" all'assalto all'arma bianca. Sono ancora Ardini e Mortara a lanciare l'assalto con due triple (35-43) prima che ancora una bomba di Volpi faccia respirare i propri (46-51). Il terzo parziale si chiude sul 46-53. Nell'ultimo giro di lancette sale di colpi la difesa dei locali, il match sale di tono e diventa ancora più interessante per i numerosi spettatori presenti. A 5 minuti dalla fine prima un libero di Calabrese impatta la gara (55-55) poi un canestro di Ardini ed una tripla ancora di Calabrese infiammano il palazzetto di Via dell'Eridania (61-55). Volpi non ci sta ed ancora da tre ricuce lo svantaggio (61-58) ma è l'ultimo sussulto d'orgoglio per gli ospiti prima che i genovesi prendano il definitivo sopravvento negli ultimi minuti finali della gara. Il finale recita 72-65 a favore dei padroni di casa.